Ti trovi in: Home    Come nasce

Come nasce

L'invenzione del letto di Leonardo

L'origine di questa scoperta rivoluzionaria avviene nell'acropoli di Arpino (Frosinone), città ideata a misura d'uomo dal genio dell'uomo, ed è proprio qui che nasce il letto a misura d'uomo, creato secondo una memoria ancestrale per cui l'essere umano tende sempre a porgere il capo verso la luce per orientarsi nello spazio-tempo.

“Quello che è vero in ogni luogo
per chiunque
per sempre”

Il punto di partenza da cui ha origine la sorprendente invenzione del dott. Osvaldo Rea è l'uomo vitruviano, di cui abbiamo una fedele riproduzione presso l'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.

L'uomo fisiologico è infatti a misura di tutte le cose.
Il letto di Leonardo è fatto come l'uomo, nasce come l'uomo, con una memoria per orientarsi nello spazio-tempo.

Questa “memoria” è costituita da un meccanismo chiamato disco della memoria che si trova alla base del letto, ed è proprio questo che determina la rotazione annuale terrestre rispetto ai punti cardinali.

Grazie a questa continua rotazione è possibile difendere il corpo umano dalle agressioni ambientali in atto anche durante il riposo.

Il dott. Osvaldo Rea ha usato la matematica per inventare il letto dell'uomo, Ulett, scritto in lingua matematica da Leonardo da Vinci (secondo l'uomo vitruviano) e posizionato nell'Universo, scritto secondo la lingua matematica.

Le leggi che regolano la natura si esprimono mediante la matematica
Leonardo da Vinci (1452 - 1519)

L'universo è scritto in lingua matematica e i caratteri sono triangoli, cerchi ed altre figure geometriche
Galileo Galilei (1564 - 1642)